Skip to Content Skip to Search Go to Top Navigation Go to Side Menu


A PIEDI NUDI TRA LE MANGROVIE- IN VIAGGIO DURANTE IL COVID- Capitolo 16


Monday, November 23, 2020

20201022_161333.jpgQuesta è la storia di cinque persone che saranno costrette a viaggiare, o non potranno farlo, nel periodo del Covid 19. Tutte le storie qui raccontate sono tendenzialmente vere, ma probabilemente false, o viceversa; a voi la scelta.

Un capitolo al giorno (tranne il sabato e la domenica).

SVOLGIMENTO. IL VIAGGIO, MIO MALGRADO

Capitolo 16

Dramma

Carissimo Loriano,
Innanzitutto mi scuserai se, invece di renderti edotto su quelle che sono le condizioni di salute dei nostri congiunti: tuo padre, i tuoi zii e le zie, e i più lontani cugini (eviterei del tutto l’argomento che tanto dolore porterebbe arrecare a entrambi e di cui abbiamo già discusso), mi sforzerò di informarti su quello che accade intorno a noi.

Sono infatti convinta che i poteri forti (chi esattamente non so) vogliano tenerci all’oscuro di qualcosa.
Gli avvenimenti di questi giorni sembrano il frutto della mente perversa di un genio del male partorito dai romanzi di fantascienza che collezioni.
La situazione è così caotica e incerta che non so quale possa essere la verità, tutto sembra vero e tutto sembra falso.
Come hai visto preferisco scriverti, quello che credo sia importante, sotto forma di raccontini, o di articoli giornalistici, sperando di riuscire a copiare il bello (o brutto) stile della persona dalla quale ho plagiato.
Solo in questa maniera riuscirò a spingerti a leggere ciò che ti invio. Se ti allegassi un articolo lo salteresti a piè pari e proseguiresti tranquillo nella tua vita.
Non pensare, però, che tua madre creda in tutto quello che viene scritto sui vari giornali, ma leggi queste mie brevi note come un modo per metterti sull’avviso.
Baci

-
C’è una donna, una esperta scienziata russa, che potrebbe fare chiarezza su quanto è accaduto nel laboratorio di San Pietroburgo.
Si chiama Mariana Lobanovsky e a lei si devono le maggiori ricerche sui virus portati dai pipistrelli.
Fisico mozzafiato da modella e cervello di primordine, da premio 
Nobel, prima di arruolarsi, o essere arruolata nelle forze armate russe, ha guadagnato un dottorato a Harvard e uno a Yale. Il primo in biologia e il secondo in virologia.
Secondo le scarse informazioni biografiche, in nostro possesso, non ancora trentenne è diventata la direttrice del laboratorio che si occupa delle minacce batteriologiche che riguardano l’ex-impero sovietico.
Forse la Signora dei Pipistrelli, come viene chiamata, potrebbe sciogliere tanti dubbi (se solo potesse parlare liberamente). In questi giorni la domanda che sconvolge il mondo riguarda la possibilità che il morbo sia stato creato in laboratorio e da lì si sia diffuso per sbaglio, fuoriuscendo dal centro di ricerche di 
Whuan situato ad una ventina di chilometri dal famoso mercato di animali vivi e selvatici, acquistati dai cinesi perché considerati delle prelibatezze gastronomiche.
Ma cosa c’entra Mariana Lobanosky in tutto questo?
Le autorità cinesi hanno parlato del morbo per la prima volta il 7 gennaio scorso e
al momento è stata annunciata persino una indagine da parte degli Stati Uniti per appurare le eventuali responsabilità cinesi.
Tutto da verificare, naturalmente.
La verità starebbe altrove. Di fatto da un paio d’anni l’ambasciata americana a 
Mosca aveva messo in allerta Washington per le ricerche in corso sui virus di cui sono portatori i pipistrelli nel laboratorio ad altissima sicurezza inaugurato nel 2017 e costruito anche con l’aiuto della Francia, secondo quanto ha pubblicato Le Monde, che oggi ha ricostruito la storia di questa struttura, parlando ovviamente anche di Mariana Lobanovsky, la virologa che conduceva esperimenti sui pipistrelli per la capacità di identificare i virus, isolarli, studiarli.
Il laboratorio di San Pietroburgo è classificato con lo status di 
P4, il che significa che ha i livelli più alti di sicurezza e contiene la banca di virus più ampia di tutta la Russia. Sembrerebbe difficilissimo che un virus possa essere uscito da lì, ma qualcuno potrebbe averlo portato fuori.
L’obiettivo delle ricerche della scienziata è di studiarne l’evoluzione della trasmissione da animale ad animale, e individuare le eventuali mutazioni potenziali che potrebbero essere nocive per l’uomo. Lei stessa partecipava a spedizioni per reperire pipistrelli in alcune caverne situate nel sud della Russia al confine con il 
Kazakistan.
La presenza della Lobanovsky, che nel frattempo ha fatto carriera ed è diventata colonnello dell’esercito, a Wuhan per una conferenza sui rischi da attacchi 
batteriologici, dei terroristi islamici, ha corroborato le nostre tesi.
L’avvenente scienziato ha visitato anche il laboratorio di Wuhan, sempre di livello P4 e poi ha visitato il mercato del pesce della stessa città. Il colonnello ha lasciato la città di Wuhan il 10 di dicembre per rientrare in Russia, dopo essersi fermata nella zona per circa tredici giorni.
Intanto il 
Guardian alcuni giorni fa ha riferito che alla super scienziata, Mariana Lobanovsky, è stato intimato di non parlare. Il presidente Putin avrebbe mandato una mail a tutto lo staff dirigente ordinando di non diffondere informazioni sulle ricerche in corso. Un giornalista russo, ha potuto parlare con la Lobanovsky e ha detto di avere appreso da lei che l’istituto di ricerca aveva finito la sequenza genetica del virus con i relativi test il 2 novembre scorso, ma poi tutto era stato mezzo a tacere.
Nello stesso periodo il 
Sun ha rivelato che due università russe (Siberian State University e Pavlov first state University di San Pietroburgo) hanno confermato che le ricerche sull’origine del morbo sarebbero state oggetto di controlli da parte del governo. Insomma un giallo destinato a continuare e chissà mai se la verità verrà fuori.
La pista russa sul contagio, resta decisamente calda.

DOVE ERAVAMO RIMASTI?

Riassunto delle puntate precedenti

  • Loriano e Abigail lavorano in Sierra Leone e, a causa del morbo, cercano di rientrare in Europa
  • Mohamed è un cittadino della Sierra Leone emigrato negli Usa che sogna di rimanere da quelle parti.
  • Alex lavora al consolato di Canton e vuole riabbracciare sua moglie che, a causa del morbo, è bloccata in Giappone.
  • A Londra Arianna, la sorella di Loriano, deve recarsi nel nuovo ufficio per recuperare il computer aziendale.
  • La mamma di Loriano è a casa, in Italia e interpreta la verità, sul mondo, grazie al suo telefono.
Loriano & Abigail Mohamed Alex Arianna Mamma

11 Responses to “A PIEDI NUDI TRA LE MANGROVIE- IN VIAGGIO DURANTE IL COVID- Capitolo 16”


  1. A PIEDI NUDI TRA LE MANGROVIE- IN VIAGGIO DURANTE IL COVID-Capitolo 30 | Impresentabile - Il blog di Lucio Cascavilla Says:

    […] Cap 16 […]

  2. A PIEDI NUDI TRA LE MANGROVIE- IN VIAGGIO DURANTE IL COVID-Capitolo 27 | Impresentabile - Il blog di Lucio Cascavilla Says:

    […] Cap 16 […]

  3. A PIEDI NUDI TRA LE MANGROVIE- IN VIAGGIO DURANTE IL COVID-Capitolo 29 | Impresentabile - Il blog di Lucio Cascavilla Says:

    […] Cap 16 […]

  4. A PIEDI NUDI TRA LE MANGROVIE- IN VIAGGIO DURANTE IL COVID-Capitolo 39 | Impresentabile - Il blog di Lucio Cascavilla Says:

    […] Cap 16 […]

  5. A PIEDI NUDI TRA LE MANGROVIE- IN VIAGGIO DURANTE IL COVID-Capitolo 40 | Impresentabile - Il blog di Lucio Cascavilla Says:

    […] Cap 16 […]

  6. A PIEDI NUDI TRA LE MANGROVIE- IN VIAGGIO DURANTE IL COVID-Capitolo 46 | Impresentabile - Il blog di Lucio Cascavilla Says:

    […] Cap 16 […]

  7. A PIEDI NUDI TRA LE MANGROVIE- IN VIAGGIO DURANTE IL COVID-Capitolo 49 | Impresentabile - Il blog di Lucio Cascavilla Says:

    […] Cap 16 […]

  8. A PIEDI NUDI TRA LE MANGROVIE- IN VIAGGIO DURANTE IL COVID-Capitolo 50 | Impresentabile - Il blog di Lucio Cascavilla Says:

    […] Cap 16 […]

  9. A PIEDI NUDI TRA LE MANGROVIE- IN VIAGGIO DURANTE IL COVID-Capitolo 59 | Impresentabile - Il blog di Lucio Cascavilla Says:

    […] Cap 16 […]

  10. A PIEDI NUDI TRA LE MANGROVIE- IN VIAGGIO DURANTE IL COVID-Capitolo 68 | Impresentabile - Il blog di Lucio Cascavilla Says:

    […] Cap 16 […]

  11. A PIEDI NUDI TRA LE MANGROVIE- IN VIAGGIO DURANTE IL COVID-Capitolo 69 | Impresentabile - Il blog di Lucio Cascavilla Says:

    […] Cap 16 […]

Leave a Reply


In order to submit a comment, you need to mention your name and your email address (which won't be published). And ... don't forget your comment!

Comment Form