Skip to Content Skip to Search Go to Top Navigation Go to Side Menu


A PIEDI NUDI TRA LE MANGROVIE- IN VIAGGIO DURANTE IL COVID-Capitolo 29


Thursday, December 10, 2020

plane.jpg

(Pic by Abigail)

Questa è la storia di cinque persone che saranno costrette a viaggiare, o non potranno farlo, nel periodo del Covid 19. Tutte le storie qui raccontate sono tendenzialmente vere, ma probabilemente false, o viceversa; a voi la scelta.

Un capitolo al giorno (escluso il sabato e la domenica).

SVOLGIMENTO. IL VIAGGIO, MIO MALGRADO

Capitolo 29

A cavallo del drago
- Nemmeno con tutte le conoscenze di Sukiyaki, Alex?

- No! Nemmeno con quelle!
- Ma perché?
- Perché non è Cinese! E nemmeno le bambine!
- Ma non avete mostrato i documenti?
- Ho fatto almeno diciotto telefonate per cercare di farle salire su quell’aereo.
- E?
- E nulla!
- Allora mi sa che vi dovete rassegnare.
- Guarda sono così incazzato che…
- E con chi sei incazzato?
- Con tutti! Con Dio, con il mondo, con il governo e anche con te!
- Con me? E perché?
- Perché sei tu che mi hai dato l’idea.
- E in che modo?
- Scusa tu non stai tornando in Europa con un volo speciale?
- Certo!
- Ecco, appunto! Io mi sono dannato l’anima per trovare un aereo che facesse la spola tra il Giappone e la Cina. Ho fatto mobilitare anche un assistente del console.
- E lo hai trovato, mi sembra di avere capito!
- Certo che l’ho trovato. E se fosse stato al contrario forse lo avrebbero preso.
- Ma solo perché tua moglie e tua figlia non sono cittadine cinesi?
- Il volo speciale è riservato ai cittadini cinesi che hanno la residenza in Giappone.
- E una Giapponese che ha la residenza in Cina?
- Non funziona in questa maniera. Se fosse successo quando c’era l’emergenza in Cina, forse sarei riuscito a ottenere il ricongiungimento familiare. Dato che lei è Giapponese. Invece il volo di rimpatrio, nel momento di massima allerta in Cina, per i cittadini nipponici probabilmente c’è già stato.
- E quindi adesso non funge da servizio taxi?
- Appunto! Non è un taxi. Sukiyaki è Giapponese e sta a casa sua. E se dovessero far viaggiare tutti i Giapponesi che vogliono sfangarsela in Cina o chissà dove, la situazione diventerebbe incontrollabile e il contagio ripartirebbe.
- Ma Sukiyaki non ha la residenza in Cina?
- Certo, ma non significa niente.
- Perché?
- Perché i voli di rimpatrio si fanno verso il paese di origine. Di certo non verso il paese dove potresti risiedere.
- Ma davvero?
- Io non ho mai provato a chiedere la residenza a Rio de Janeiro, ma potrei sempre falsificarne l’indirizzo. Non mi sembra che sul passaporto ci sia scritto il domicilio.
- Dici davvero?
- Va bene che io lavoro con i passaporti e con i visti, ma tu hai mai osservato il tuo passaporto?
- Perché?
- Perché c’è la data di nascita, ma non c’è l’indirizzo.
- E che centra?
- Ma che parlo a fare con te?

DOVE ERAVAMO RIMASTI?

Riassunto delle puntate precedenti

  • Loriano e Abigail lavorano in Sierra Leone e, a causa del morbo, cercano di rientrare in Europa
  • Mohamed è un cittadino della Sierra Leone emigrato negli Usa che sogna di rimanere da quelle parti.
  • Alex lavora al consolato di Canton e vuole riabbracciare sua moglie che, a causa del morbo, è bloccata in Giappone.
  • A Londra Arianna, la sorella di Loriano, deve recarsi nel nuovo ufficio per recuperare il computer aziendale.
  • La mamma di Loriano è a casa, in Italia e interpreta la verità, sul mondo, grazie al suo telefono.

Loriano & Abigail   Mohamed   Alex  Arianna   Mamma

Leave a Reply


In order to submit a comment, you need to mention your name and your email address (which won't be published). And ... don't forget your comment!

Comment Form