Skip to Content Skip to Search Go to Top Navigation Go to Side Menu


A PIEDI NUDI TRA LE MANGROVIE- IN VIAGGIO DURANTE IL COVID-Capitolo 54


Tuesday, March 2, 2021

cap-54.jpg

(Pic by Edmondo Di Natale)

Questa è la storia di cinque persone che saranno costrette a viaggiare, o non potranno farlo, nel periodo del Covid 19. Tutte le storie qui raccontate sono tendenzialmente vere, ma probabilemente false, o viceversa; a voi la scelta.

Un capitolo al giorno (escluso il venerdì, il  sabato e la domenica).

SVOLGIMENTO. IL VIAGGIO, MIO MALGRADO

Capitolo 54

La mobilità, almeno

- Loriano, come stai?
- Io, Alex? Io sto bene; stiamo per rientrare in Europa e spero, con un po’ di fortuna, di arrivare a casa dei genitori di Abigail, in Germania, sempre che mi facciano entrare.
- Che bella storia!
- E appena riapriranno le frontiere mi auguro di tornare in Puglia per fare compagnia ai miei genitori…
- Io chissà quando li rivedrò i miei.
- Per voi la situazione è in alto mare.
- Io avevo comprato i biglietti per mia madre e mio padre, perché arrivassero a Canton, subito dopo la nascita della bambina.
- Per farvi dare una mano?

- No a quello ci avrebbe pensato la madre di Sukiyaki.
- Per il parto sarebbe venuta lei?
- Sì, un altro biglietto buttato.
- Quanti in totale?
- Al momento solo tre per fortuna, ma tutti andata e ritorno. E grazie a Dio non avevo ancora comprato quelli per la vacanza…
- La vacanza?
- Beh, dopo la nascita della bambina l’idea era di scendere in Sicilia per l’estate per permettere alla grande di imparare l’italiano e alla piccola di conoscere i nonni, ma adesso…
- Adesso non credo sia possibile…
- Appunto! Con ogni probabilità i miei parenti vedranno la bambina quando avrà un anno, sempre che le cose non peggiorino…
- Bisogna aspettare che riaprano gli aeroporti…
- Quando riapriranno le frontiere non credo mi avvierò così presto all’altro capo del mondo; se succede qualcosa io dovrò ritornare per riprendere a lavorare e potrebbe esserci la possibilità di rimanere con la famiglia spezzata a metà, di nuovo…
- Immagino.
- Quindi chissà…
- Alex, scusami, una curiosità: ma alla fine i biglietti dei tuoi genitori li hai persi?
- I biglietti sono un casino. Mannaggia a me e al fatto che ho dato retto a Sukiyaki e li ho presi con tanto anticipo.
- Te li rimborseranno?
- Se li rimborsassero a me, dovrebbero rimborsare tutti e le compagnie aeree andrebbero in bancarotta.
- E allora?
- E allora il biglietto aereo della mamma di Sukiyaki, che doveva arrivare in questi giorni dal Giappone, dopo sole quattordici telefonate, lo abbiamo convertito in un voucher che utilizzeremo per permettere a mia moglie e alle bambine di tornare, previo acquisto di un altro costoso biglietto per la primogenita.
- E quelli dall’Italia?
- Gli altri due me li hanno convertiti in due voucher a sei mesi, nominali.
- Che intendi per nominali?
- Che sono a nome di mia madre e di mio padre. E non posso utilizzarli per me e mia moglie quando rientreremo in Italia.
- Quindi i tuoi genitori arriveranno tra sei mesi circa?
- Io non credo che tra sei mesi le cose saranno così tranquille da permettere i viaggi intercontinentali; mio padre ha settantaquattro anni e mia madre settanta. Non li faccio viaggiare in una situazione ancora in ebollizione.
- Anche tu hai ragione. Quindi? Li perdi?
- Sotto quel punto di vista, essendo due biglietti di andata e ritorno dall’Italia, spero mi permettano di allungarli per almeno altri dodici mesi.
- Ma se…
- Se tutto va male ho perso i biglietti.
- E quando hai intenzione di rientrare in Italia?

DOVE ERAVAMO RIMASTI?

Riassunto delle puntate precedenti

  • Loriano e Abigail lavorano in Sierra Leone e, a causa del morbo, cercano di rientrare in Europa
  • Mohamed è un cittadino della Sierra Leone emigrato negli Usa che sogna di rimanere da quelle parti.
  • Alex lavora al consolato di Canton e vuole riabbracciare sua moglie che, a causa del morbo, è bloccata in Giappone.
  • A Londra Arianna, la sorella di Loriano, deve recarsi nel nuovo ufficio per recuperare il computer aziendale.
  • La mamma di Loriano è a casa, in Italia e interpreta la verità, sul mondo, grazie al suo telefono.

Loriano & Abigail   Mohamed   Alex  Arianna   Mamma

Leave a Reply


In order to submit a comment, you need to mention your name and your email address (which won't be published). And ... don't forget your comment!

Comment Form