Skip to Content Skip to Search Go to Top Navigation Go to Side Menu


A PIEDI NUDI TRA LE MANGROVIE- IN VIAGGIO DURANTE IL COVID-Capitolo 71


Wednesday, April 21, 2021

cap-71.jpg

Questa è la storia di cinque persone che saranno costrette a viaggiare, o non potranno farlo, nel periodo del Covid 19. Tutte le storie qui raccontate sono tendenzialmente vere, ma probabilemente false, o viceversa; a voi la scelta.

Un capitolo al giorno (escluso il venerdì, il  sabato e la domenica).

CONCLUSIONE. APPRODO ALLA DERIVA

Capitolo 71

La nuda verità

- E quando lo hai scoperto Alex?
- La settimana scorsa.
- E lo hai detto a Sukiyaki?
-Certo! E anche lei ha confermato.
- E a tua madre?
- A lei non ancora, sto cercando le parole.
- Ma… mi sembra strano.
- L’unica stranezza è che nessuno di noi se ne fosse accorto.
- Ma quindi anche tua moglie ha fatto il test?
- E anche la bambina! L’unica differenza è che loro due hanno dovuto pagare.
- E siete risultati tutti positivi?

- No, siamo risultati negativi…
- Scusa allora non ho capito nulla.
- Il consolato ha aderito a un progetto dell’amministrazione regionale del Guangdong che cercava volontari, cinesi e stranieri, per sottoporsi al test sierologico e verificare quante persone fossero ormai immuni al morbo.
- E tu ti sei prestato?
- Il test era gratis e una settimana fa, proprio il giorno dopo che ci eravamo sentiti, sono andato in clinica, mi hanno prelevato il sangue e mi hanno detto che avevo gli anticorpi al morbo.
- E ti hanno fatto rientrare a casa come se nulla fosse?
- Magari! Mi hanno accompagnato in un’altra struttura specializzata, in quarantena e mi hanno fatto il test.
- E che hanno scoperto?
- Il primo test ha dato esito negativo. Gli anticorpi erano ben presenti, eppure non sono riusciti a storicizzare la cosa. Poi hanno fatto anche il secondo test, ma ha dato sempre esito negativo. L’ho comunicato a mia moglie che ha fatto lo stesso esame e abbiamo capito che siamo stati contagiati all’inizio dell’emergenza.
- E perché?
- Perché anche Sukiyaki e mia figlia hanno gli anticorpi. E sarebbe strano che io sia stato contagiato dal morbo qua a Canton e loro lo abbiano preso in Giappone.
- Quindi la soluzione a questo giallo sarebbe che l’avete contratto quando eravate ancora assieme?
- Nel periodo del Capodanno cinese.
- Ma non vi siete accorti di nulla?
- Il viaggio di ritorno è stato così frenetico che anche se avessimo manifestato qualche sintomo, non ce ne siamo accorti.
- E non potreste averlo preso in Giappone, al vostro arrivo?
- In Giappone, quando siamo arrivati, i numeri erano risibili, e la cosa più strana sarebbe è che l’abbiamo preso noi tre, ma non i genitori di Sukiyaki.
- Quella è stata una fortuna.
- Assolutamente, eppure l’unica soluzione che mi viene in mente per risolvere l’enigma è legata al viaggio.
- Lo avete preso in viaggio?
- No, lo abbiamo preso qui e ce lo siamo portato in viaggio.
- E siete riusciti ad avvisare tutti quelli che avete incontrato, quando eravate in Europa?
- E che senso avrebbe farlo adesso dopo tre mesi?
- Ma allora anche mia…?
- Ci ho pensato e non sono sicuro… Dovresti dirmelo tu…

DOVE ERAVAMO RIMASTI?

Riassunto delle puntate precedenti

  • Loriano e Abigail lavorano in Sierra Leone e, a causa del morbo, cercano di rientrare in Europa
  • Mohamed è un cittadino della Sierra Leone emigrato negli Usa che sogna di rimanere da quelle parti.
  • Alex lavora al consolato di Canton e vuole riabbracciare sua moglie che, a causa del morbo, è bloccata in Giappone.
  • A Londra Arianna, la sorella di Loriano, deve recarsi nel nuovo ufficio per recuperare il computer aziendale.
  • La mamma di Loriano è a casa, in Italia e interpreta la verità, sul mondo, grazie al suo telefono.

Loriano & Abigail   Mohamed   Alex  Arianna   Mamma

Leave a Reply


In order to submit a comment, you need to mention your name and your email address (which won't be published). And ... don't forget your comment!

Comment Form